L’iridologia è una particolare metodologia diagnostica che consente di studiare le predisposizioni dei soggetti esaminati mediante  l’analisi della struttura dell’iride e in più generale della porzione anteriore dell´occhio.

In altre parole l’iride è l’area di rappresentazione topografica del corpo umano (anche se non l’unica) nei suoi diversi apparati, suddivisa in successive aree concentriche dalla pupilla (la più interna) alla sclero-congiuntiva (la più esterna).

La salute di una persona dipende da dieta, pensiero, movimento ed ereditarietà.

L’iridologia fornisce delle informazioni sulla condizione dei tessuti corporei. La lettura delle macchie, delle strie, delle lacune, delle pigmentazioni ecc. presenti nell’iride, effettuata con un iridoscopio, ci consente di individuare gli squilibri che si sono verificati sul corpo fisico (per es. stati infiammatori ) e di valutare le debolezze organiche innate, e il livello di intossicazione.

L’iridologia assume anche un notevolissimo valore nel campo della prevenzione. Poichè i segni che si trovano nell’iride sembrano essere collegati ai geni, la semplice lettura del campo irideo ci consente di stabilire quali sono gli organi che in quell’individuo con quella storia clinica, hanno più probabilità di ammalarsi e quindi di intervenire preventivamente, prima cioè che la malattia dia i suoi sintomi.